Photos

Photographer's Note

SEE WS TOO!

Often reflections in a glass, especially from a bus, are disturbing elements that spoil a photo. But this time they were so brilliant that they created a magnificent effect for me. A view of the hill that hosts the village of Sala Consilina, in the province of Salerno, for the first time on Trekheart. It is the largest center of the Vallo di Diano, certainly populated since the 9th century BC, as evidenced by the vast necropolis, with tombs, inhumation and cremation, attributable to a settlement of Villanovan culture. The news about the center of Consilinum, from which the present Sala Consilina originated, erected during the Lombard colonization, originated from Roman times. The churches of San Leone IX, Santo Stefano and Sant'Eustachio date back to the Norman period. In 1246 Frederick II destroyed the city to take revenge on a conspiracy. The Aragonese, in 1497, destroyed it for the same reason. In the seventeenth century, Sala Consilina became a bishopric. The Grancia di San Lorenzo, the Church of San Pietro, the noble palaces of the Gatta, the Vairo and the Bigotti date back to this phase. In the eighteenth century many other buildings were built, such as those of the families: Acciari, Grammatico, Bove, Falcone and Caratù.
From 1806 to 1860 it was the capital of the homonymous district of the Kingdom of the Two Sicilies.
From 1860 to 1927, during the Kingdom of Italy it was the capital of the homonymous district.
In the WS the same place but with a reflection on the bus captured by the parking lot.

VEDO DOPPIO

Spesso i riflessi in un vetro, specialmente da un bus, sono elementi di disturbo che rovinano una foto. Ma questa volta erano talmente brillanti che hanno creato un effetto per me magnifico. Una vista della collina che ospita il paese di Sala Consilina, in provincia di Salerno, per la prima volta su Trekheart. È il centro più grande del Vallo di Diano, popolato certamente già dal IX secolo a.C., come testimonia la vasta necropoli, con tombe, a inumazione e cremazione, riconducibile a un insediamento di cultura villanoviana. Sono di epoca romana le notizie sul centro di Consilinum, da cui ebbe origine l'odierna Sala Consilina, eretta durante la colonizzazione longobarda. Al periodo della dominazione normanna risalgono le chiese di San Leone IX, Santo Stefano e Sant'Eustachio. Nel 1246 Federico II distrusse la città per vendicarsi di una congiura. Gli Aragonesi, nel 1497, la distrussero per lo stesso motivo. Nel Seicento, Sala Consilina diventa sede vescovile. A questa fase risalgono la Grancia di San Lorenzo, la Chiesa di San Pietro, i palazzi signorili dei Gatta, dei Vairo e dei Bigotti. Nel XVIII secolo numerosi altri palazzi vennero edificati, come quelli delle famiglie: Acciari, Grammatico, Bove, Falcone e Caratù.
Dal 1806 al 1860 è stato capoluogo dell'omonimo distretto del Regno delle Due Sicilie.
Dal 1860 al 1927, durante il Regno d'Italia è stato capoluogo dell'omonimo circondario.
Nel WS lo stesso luogo ma con un riflesso sul bus catturato dal posteggio.

Photo Information
Viewed: 327
Points: 74
Discussions
  • None
Additional Photos by Luciano Gollini (lousat) Gold Star Critiquer/Gold Star Workshop Editor/Gold Note Writer [C: 14163 W: 125 N: 25205] (125233)
View More Pictures
explore TREKEARTH