Photos

Photographer's Note

The tourist development of the Red Sea, has given origin to a modern architecture that is inspired to the classical local Egyptian architecture. This construction is a beautiful example of as different styles can be melted with a pleasant result. The photo has been taken during the last hours of the evening with the low tide that reflected the brightness of the sky.
Marsa Alam has been ago up to few years a small village of fishermen placed in Egypt, on the west coast of the Red Sea. In the last years, following the opening of the international airport in 2001, it's quickly grown up to become a popular tourist destination, very frequented by Italians. Marsa Alam is situated in proximity of the Tropic of the Cancer, where the Red Sea meets the desert of the Sahara, and introduces it of rich palm groves and mangroves, with a sea rich of fish due to the presence of the coral barrier. This coral barrier is still very famous among the scuba divers for the many sites of immersion uncontaminated, in which can easily be met dolphins, dugongo and sharks hammer.
( From Wikipedia)
The photo has been taken with an Olympus Camedia C350Z (3.1 Megapixels)



Lo sviluppo turistico del Mar Rosso, ha dato origine ad una moderna architettura che si ispira alla classica architettura egiziana locale. Questa costruzione è un bel esempio di come si possano fondere stili diversi con un piacevole risultato. La foto è stata presa durante le ultime ore della sera, con la bassa marea che rifletteva la luninosità del cielo.
Marsa Alam è stato fino a pochi anni fa un piccolo villaggio di pescatori situato in Egitto, sulla costa ovest del Mar Rosso. Negli ultimi anni, a seguito dell'apertura dell'aeroporto internazionale nel 2001, è cresciuto rapidamente fino a divenire una popolare destinazione turistica, molto frequentata dagli italiani. Marsa Alam è situata in prossimità del Tropico del Cancro, dove il Mar Rosso incontra il deserto del Sahara, e si presenta ricca di palmeti e mangrovie, con un mare ricco di pesce dovuto alla presenza della barriera corallina. Quest'ultima è molto rinomata tra i subacquei per i molti siti d'immersione ancora incontaminati, in cui si possono incontrare facilmente delfini, dugongo e squali martello.
La foto è stata presa con una Olympus Camedia C350Z ( 3.1 Megapixel )

Photo Information
Viewed: 3731
Points: 62
Discussions
Additional Photos by Paolo Luigi Germano (paololg) Gold Star Critiquer/Gold Star Workshop Editor/Gold Note Writer [C: 2801 W: 365 N: 6435] (31448)
View More Pictures
explore TREKEARTH